Il Collegio Garante della Costituzionalità delle Norme

LE ISTITUZIONI DELLA REPUBBLICA DI SAN MARINO E LA LORO EVOLUZIONE NEI SECOLI

È stato istituito con la legge costituzionale 26 febbraio 2002 n. 36, e successivamente è stato disciplinato dalla legge qualificata del 25 aprile 2003 n. 55. Le sue funzioni sono fondamentalmente di due tipi: di carattere costituzionale e di carattere giurisdizionale.

Fanno parte del primo gruppo il Sindacato di Legittimità Costituzionale delle Norme, che può esercitarsi sia in via incidentale che in via diretta, il Sindacato della Reggenza, il Giudizio di Ammissibilità dei Referendum, la Decisione sui Conflitti tra Organi Costituzionali.

Fanno parte invece delle funzioni giurisdizionali del Collegio Garante: il giudizio sui conflitti di Giurisdizione, il giudizio sull’Astensione e Ricusazione dei Magistrati, il giudizio di Terza Istanza nei giudizi Amministrativi e Civili, la cui funzione è attribuita al Giudice per la Terza Istanza, e la decisione sui ricorsi per revisione delle sentenze penali attribuita al Giudice per i Rimedi Straordinari al quale spettano anche i giudizi sui rimedi di Querela Nullitatis.

Ad un membro del Collegio Garante è attribuita la competenza a decidere in ultima istanza sui ricorsi presentati nei procedimenti penali e riguardanti la legittimità di provvedimenti cautelari reali e personali adottati nel corso del giudizio o sulla esecuzione della pena.