Esercitare l'attività commerciale nel territorio della Repubblica di San Marino

Recentemente è stata introdotta la legge 26 Luglio 2010 n. 130, disciplinante l'attività commerciale, la quale all'articolo 4 prevede che l'attività commerciale possa essere esercitata nella forma del: commercio al dettaglio, commercio all'ingrosso, commercio elettronico, oppure nella forma dell'intermediazione commerciale e attività ausiliarie.




Il Commercio al Dettaglio può svolgersi in una delle seguenti forme:

a) esercizio commerciale aperto al pubblico;
b) per mezzo di apparecchi automatici;
c) tramite sistemi di comunicazione quali mezzi informatici e telematici, corrispondenza e televisione;
d) in forma ambulante sul suolo pubblico;
e) presso il domicilio del consumatore o in altra sede diversa dalle aree pubbliche.

Possono essere titolari di licenza per l'esercizio del commercio al dettaglio in esercizio aperto al pubblico:

1. le persone fisiche residenti nel territorio della Repubblica di San Marino oppure le persone giuridiche regolarmente riconosciute ai sensi delle apposite leggi sammarinesi in materia.

2. Per le persone giuridiche titolari di licenza commerciale di cui al precedente comma, è requisito indispensabile che le quote sociali oppure le azioni rappresentanti la maggioranza del capitale sociale siano possedute da persone fisiche residenti nel territorio della Repubblica di San Marino.

3. In deroga a quanto previsto poc'anzi, le quote sociali oppure le azioni rappresentanti la maggioranza del capitale sociale possono essere possedute:
a) da persone giuridiche commerciali le cui quote o azioni sono detenute da persone fisiche residenti nel territorio della Repubblica di San Marino;
b) previo nulla osta del Congresso di Stato, da società consortili giuridicamente costituite nel territorio della Repubblica di San Marino ai sensi della normativa sammarinese che regola il settore.

4. La legge ha inoltre previsto, come ulteriore deroga, che è consentita la costituzione di società a responsabilità limitata o di società per azioni in cui possono detenere quote di maggioranza fino alla totalità del capitale sociale:
a) persone fisiche non residenti nel territorio della Repubblica di San Marino;
b) persone giuridiche di diritto sammarinese aventi carattere diverso da quelle di cui al superiore punto 3 lettera a);
c) persone giuridiche non di diritto sammarinese.

Tali quote sociali o azioni non possono essere rappresentate tramite mandato fiduciario sia nelle società stesse che in quelle controllanti.

Il rilascio della licenza di esercizio per le attività di cui al superiore punto 4 è soggetta ad autorizzazione da parte del Comitato d’Esame.

Commercio all'ingrosso.
Possono essere titolari della licenza per l'esercizio del commercio all'ingrosso le persone fisiche residenti nel territorio della Repubblica di San Marino oppure le persone giuridiche sammarinesi.
Possono essere titolari di licenza per l'esercizio delle attività ausiliarie e di intermediazione commerciale le persone fisiche residenti nel territorio della Repubblica di San Marino oppure le persone giuridiche sammarinesi.

Per quanto riguarda le modalità, procedure e autorizzazioni per il rilascio delle licenze commerciali si rinvia a quanto previsto dal titolo II della legge 26 luglio 2010 n. 130.

La Legge opera infatti una distinzione di procedure per il rilascio della licenza modulata sulla base delle varie tipologie di licenze medesime (i.e. al dettaglio o all'ingrosso) nonché sulla base delle singole modalità di svolgimento dell'attività, (ad esempio per chiedere la licenza di attività commerciale al dettaglio da svolgersi nel Centro Storico della Capitale occorre presentare richiesta all'Ufficio Industria, Artigianato e Commercio il quale a sua volta invia la richiesta alla Giunta del Castello di Città di San Marino).