Altri Incentivi

Altre forme di incentivi previsti

  • Sul capitolo 2-4-6435 denominato “Fondo per interventi finalizzati al risparmio energetico, idrico, alla produzione di energia da fonti rinnovabili e al contenimento delle fonti di inquinamento” è previsto per l’esercizio finanziario 2012 uno stanziamento di € 300.000,00 teso a finanziare:


    a) gli incentivi previsti all’articolo 2, comma 1, del Decreto Delegato 21 settembre 2009 n.128;


    b) gli ulteriori costi ed oneri finalizzati ad interventi connessi al risparmio energetico ed idrico ed alla produzione di energia da fonti rinnovabili di cui alla Legge 7 maggio 2008 n. 72 e relativi decreti delegati attuativi.


  • E’ stato istituito inoltre il capitolo 1-8-4315 “Fondo a sostegno dell’alta formazione all’estero di giovani laureati e diplomati nel settore privato (articolo 25 bis Decreto Legge n.156/2011)”, con stanziamento iniziale di € 250.000,00 – importo eventualmente da implementare anche con disponibilità del Fondo Servizi Sociali e previo accordo con il Fondo stesso – per finanziare, in concorso con le aziende, l’alta formazione all’estero di giovani diplomati e laureati aventi le caratteristiche previste dall’articolo 25 bis, comma 1, del Decreto – Legge 5 ottobre 2011 n.156. Su tale capitolo lo Stato concorre alle spese sostenute, risultanti da idonea documentazione, nella misura massima del 50%.



    Possono accedere al finanziamento dell’alta formazione le imprese che intendono favorire l’alta formazione all’estero dei propri dipendenti, nei settori economici di cui al successivo quarto comma. I contributi sono erogati in favore dei datori di lavoro richiedenti ma assegnati ai singoli lavoratori.
    Spetta al Comitato Esecutivo per il Lavoro e la Formazione previsto dall’articolo 4 della Legge 29 settembre 2005 n.131 la individuazione annuale dei settori economici finanziabili per l’alta formazione, l’esame delle richieste e l’ammissione al contributo, la verifica dell’effettivo svolgimento del percorso formativo, la revoca del contributo nei casi previsti dal regolamento di cui al successivo comma.



    Il 16 aprile 2012 il Congresso di Stato ha adottato, con il Decreto Delegato n.36, il regolamento per i voucher formativi ove sono indicati i settori economici per i quali possono essere richiesti i contributi formativi e le modalità di presentazione delle domande da parte delle aziende, la definizione dei criteri generali di concessione del contribuito, la natura dei corsi ammessi, le procedure di verifica del corretto adempimento degli obblighi assunti dal beneficiario del finanziamento, i casi di restituzione del contributo erogato dallo Stato.




    • Con l’entrata in vigore del decreto delegato 6 agosto 2012 n. 114, gli operatori economici sammarinesi esercenti attività di trasporto merci, di persone, attività di escavazione, trivellazione, movimentazione terra, ecc. hanno diritto ad una riduzione delle accise sulle benzine e sul gasolio usato come carburante, nella misura di 20 centesimi al litro.
      La riduzione suddetta è realizzata mediante il riconoscimento di un credito d’imposta da utilizzare per la compensazione di altri pagamenti dovuti per imposte di competenza dell’Ufficio Tributario oppure mediante rimborso della relativa somma.

      Per ottenere il beneficio gli esercenti dovranno presentare all’Ufficio Tributario un’apposita dichiarazione riepilogativa degli acquisti di carburante effettuati, sottoscritta dal titolare o dal legale rappresentante dell’impresa. La dichiarazione costituisce domanda di rimborso e deve essere rappresentata entro il 31 agosto ed entro il 28 febbraio di ogni anno con riferimento agli acquisti effettuati nel semestre precedente.