Expo di Shanghai: il sistema economico sammarinese si presenta alla Cina

Ha avuto inizio nel lontano 2008 l’impegno della Repubblica di San Marino per la partecipazione ad uno degli eventi internazionali di più alto tenore storico: l’Esposizione Universale di Shanghai 2010.
Partendo da idea espositiva e concept del padiglione, sino alla creazione del marchio, alla costituzione del Comitato Consultivo e del Commissariato per arrivare al concorso fotografico, all’emissione filatelica e alla realizzazione del sito internet. Un lavoro minuzioso, curato in ogni minimo dettaglio, e che negli anni ha saputo armonizzare l’azione di uffici pubblici, imprese e cittadini. E il risultato di questa interazione non si è fatto attendere, visto che il padiglione sammarinese attira più di 10.000 visitatori al giorno. Un allestimento che valorizza le peculiarità storiche, istituzionali e economiche della Repubblica più piccola e più antica del mondo, e che sintetizza e amplifica magistralmente l’attaccamento dei propri abitanti alla Terra della Libertà.
Inaugurata il 1° maggio, l’Expo sarà fino al 31 ottobre meta di milioni di visitatori e delegazioni provenienti da tutto il mondo. Con i suoi 5.28 kmq di esposizione lungo la riva del fiume Hangpu, l’Expo di Shanghai propone come tema “Better City, Better Life” (“Città migliore, vita migliore”), per esplorare gli stili di vita urbana del ventunesimo secolo, per riflettere sull’evoluzione delle città alla luce della crescente integrazione multiculturale e della necessità di cooperazione tra gli Stati.

Il padiglione San Marino

Situato nella Zona C dedicata all’Europa ed all’interno del Joint Pavilion n.1, un’area dedicata ai piccoli Stati d’Europa, il padiglione di San Marino fa proprio il tema generale dell’Expo presentandosi come esempio unico al mondo di “Città-Stato” i cui equilibri, costruiti nella sua millenaria storia, possono essere oggetto di studio per la città del futuro.
L’ambiente centrale ospita la copia in scala reale della Statua della Libertà e il percorso espositivo si articola in senso orario lungo le aree tematiche a corolla dell’atrio.
La visione della statua accompagna il visitatore lungo un percorso storico-culturale, alla scoperta, attraverso specifici spazi informativi, dei caratteri peculiari della Città-Stato: la storia e le tradizioni; le manifestazioni e il turismo; le istituzioni e i cittadini; il rapporto fra territorio ed economia; la cultura.
Il quadrante nord-est del Padiglione è occupato da un piano soppalco, che ospita le funzioni amministrative e di rappresentanza.

Gli incontri

Proprio per ottimizzare la presenza di San Marino all’Expo di Shanghai, una rappresentanza della Camera di Commercio composta dal Direttore Generale Massimo Ghiotti e due membri del CdA, Silvano Andreani e Paride Bugli si è recata in trasferta nella megalopoli cinese insieme al capo delegazione Gian Franco Terenzi (Presidente dell’Associazione di amicizia San Marino Cina) e a Paolo Rondelli (Presidente dell’ANIS). Di alto livello gli incontri istituzionali, come quello con la Camera di Commercio di Shanghai, che si è dimostrata interessata e aperta ad un collaborazione con quella di San Marino, per proseguire poi con China Council for the Promotion of International Trade Shanghai, Chamber of international Commerce Shanghai e la Shanghai Federation of Industry & Commerce.

Video e brochure

Per fornire una panoramica del sistema commerciale, industriale, enogastronomico, fiscale e bancario di San Marino, la Camera di Commercio ha realizzato un video di quattro minuti (in collaborazione con San Marino RTV) e una brochure da distribuire a tutti i visitatori del padiglione. Sia il video che la brochure, realizzati proprio in occasione dell’Expo, sono in lingua inglese e cinese e disponibili sul sito www.cc.sm



MAGGIO 2010 - ARTICOLO TRATTO DAL MAGAZINE "MADE IN SAN MARINO" PUBBLICATO DALLA CAMERA DI COMMERCIO